Intervista: Melancolinie, l’artista della fragilità urlante

  • Genere letterario: Fumetto
  • Libro preferito: Battle Royale (Koushun Takami), Watersnakes (Tony Sandoval)
  • Film preferito: La Città Incantata (Hayao Miyazaki)
  • Serie TV: Ne ho troppe!

D: Ciao Greta! Benvenuta al “Salotto delle idee”! Come va?
R: Non c’è male! Ti ringrazio per avermi dato l’opportunità di partecipare a questa intervista!

D: Cari lettori, ho conosciuto Greta, in arte Melancolinie, per caso su Instagram e ciò che ho visto mi ha attirata molto. Sfogliando le immagini ci si immerge subito in un mondo incantato, ben distante dalla realtà e costituito da foto meravigliose in cui la nostra artista, soggetto principale delle foto, appare come un essere distante dal mondo e appartenete ad una dimensione diversa da quella dello spettatore. Lo sguardo di Greta sembra sfiorarci senza mai svelarsi totalmente. Come non pochi di voi sapranno, Greta è un’artista. Molti dei suoi disegni sono presenti sui social fb e Ig o su splendide magliette che ha realizzato. I soggetti di Greta sono esseri diafani: esili e candide figure nate da una linea sottile che si distinguono spesso per rossori e cerotti che ricoprono le ferite.

D: Greta, come nascono i tuoi personaggi?
R: I miei personaggi sono nati in modo totalmente casuale, sentivo la necessità di esprimere determinate emozioni che spesso sono difficili da concretizzare solo con i disegni o solo a parole, e ho combinato le due cose per rendere ciò che provo più completo.

D: Perché, spesso, sono feriti?
R: Li ritraggo feriti a livello fisico poichè le ferite dello spirito e del corpo sono due cose associate, spesso se stai male emotivamente ciò ha delle conseguenze anche fisiche. I tagli e le ferite sanguinolente sono il modo più crudo per farlo capire.

D: Spesso sul loro capo si intravedono delle corna: hanno qualche accezione specifica?
R: Le corna mi attraggono sia esteticamente, sia in maniera simbolica perchè mi è sempre piaciuto identificare i miei personaggi come esseri non umani.

D: Personaggi eterei, quasi androgini i tuoi. In loro ho rivisto molte volte la rappresentazione della parte più indifesa posseduta da ognuno di noi e rifiutata fino a quando non riesce più ad ignorarne l’urlo…potrebbe essere valida questa rilettura?
R: Mi piace molto questa interpretazione ed è davvero azzeccata!

D: Quando hai cominciato a disegnare per la prima volta? Ricordi il tuo primo disegno che ti ha fatto capire di intraprendere una carriera artistica?
R: Io sono nata con la matita in mano, ho sempre disegnato ed è stata una cosa naturale farlo e non ho mai smesso. Quindi non c’è mai stato un momento in cui ho dovuto rifletterci su, è qualcosa che è sempre stato parte di me.

D: Hai mai abbandonato l’arte?
R: È capitato di avere dei periodi di blocco, dipendendo molto dal mio stato emotivo. Ma non potrò mai abbandonare completamente l’arte, perchè è il mio punto di sfogo e il mio modo per esprimermi.

D: Cosa rappresenta l’arte per te?
R: Per me l’arte è il modo per raccontare sia i nostri sentimenti ma anche noi stessi, oltre ad avere un valore estetico. Apprezzo l’arte in ogni sua forma, e mi piacerebbe ampliare le mie conoscenze in questo mondo e magari svilupparmi su nuovi campi artistici.

D: Attualmente hai un sogno nel cassetto?
R: Come ho detto nella precedente domanda, mi piacerebbe trovare nuove forme d’espressione ma anche migliorarmi in ciò che faccio sia tecnicamente sia a livello metaforico.

D: Greta, grazie del tempo che hai dedicato alla nostra conversazione. Volevo ringraziarti personalmente anche per aver posato per il libro di foto-poesia “Sussurri di vita”. Com’è stato per te posare per la poesia “Battiti”?
R:Ti ringrazio nuovamente, sono davvero onorata di aver rappresentato la tua poesia e di aver preso parte a questo progetto. Trovo che le tue poesie siano molto delicate e intense, e non vedo l’ora che il libro venga pubblicato!

D: Grazie a te del tempo dedicato e delle splendide parole spese. Sono felice di aver scambiato qualche chiacchiere con te. Alla prossima!

Andreanahood

_____________________________________

Contatti

Melancolinie: Instagram|Facebook

Immagine copertina: Melancolinie, pagina Fb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...